Latina +39 0773.665.106 - Roma

“Mobile Friendly”: dal 21 aprile un nuovo parametro Google per il posizionamento

17 marzo 2015

news
Dal 21 Aprile chi non possiede un sito web “Mobile Friendly” sarà penalizzato sui motori di ricerca. E’ quanto ufficializzato da Google sul Webmaster central Blog dal 26 Febbraio scorso e che la rete ha battezzato come il #MOBILEGEDDON.

Il post ufficiale è abbastanza eloquente “Finding more mobile-friendly search results” . Qui tradotto in italiano sul forum di assistenza ai Webmaster di Google ,che sintetizzato evidenzia le caratteristiche principali della nuova funzione di Big G.  Come sempre, al centro l’utente che nell’effettuare le ricerche sui dispositivi mobile deve ricevere risultati sempre pertinenti e sempre più tempestivamente. Sia che si tratti di app sia che si tratti di pagine e siti web ottimizzati per i dispositivi mobile.

 

Mandarino adv programma Mobile Friendly

Ecco i punti focali:

1. Più contenuti “mobile friendly” nei risultati di ricerca

Dal 21 Aprile questa innovazione avrà effetto sulle ricerche mobile in tutte le lingue e in tutto il mondo, favorendo risultati di ricerca di qualità, ottimizzati per i propri dispositivi e, come sempre rilevanti.

 

2. Contenuti app più rilevanti nei risultati di ricerca

Google inizierà a usare le informazioni indicizzate delle app come ulteriore fattore di posizionamento per quegli utenti che hanno eseguito l’accesso e che hanno l’app installata.

Questo significa che chi non ha un sito ottimizzato per i dispositivi mobile sarà penalizzato nelle ricerche a vantaggio di chi avrà la premura di  organizzare user experience e contenuti.  Questo significa anche che le ricerche “desktop” molto probabilmente non saranno influenzate da questa modifica e che quindi avremmo differenze nei risultati di ricerca da dispositivi mobile e da PC.

Tra le righe Google lascia intendere che questa modifica, a differenza di altre volte,  verrà estesa subito in tutto il mondo senza passare prima per gli Usa.

Tutto questo fa pensare ad una vera e propria rivoluzione nelle SERP. Rivoluzione che porterà i siti “Mobile Friendly” in posizioni avvantaggiate.

La cosa che ci fa riflettere sull’importanza di questi dati è che Google, a differenza del lancio di altri upgrade, ha annunciato questa innovazione con largo anticipo, quasi a sottolineare l’invito ad adeguarsi in tempo al cambiamento epocale in atto.  Un cambiamento che chiama in gioco sia gli esperti di web design e web development che gli operatori SEO.

Anche perché i dati sulla navigazione mobile, soprattutto in Italia, sono in crescita esponenziale. Sempre più utenti effettuano ricerche quotidianamente. La penetrazione dei dispositivi mobile arriva al 158% quest’anno. E’ un dato che vede l’Italia primeggiare rispetto a tutti gli altri Paesi. Internet, da noi, raggiunge oggi il 58% della popolazione, pari a 35 milioni e mezzo di italiani. Il 42% degli italiani sono su Facebook, e per quanto riguarda il mobile abbiamo più di 97 milioni di SIM attive.

uso di internet social network mobile in italia digital trends 2014

Un altro dato in crescita è il tempo speso sul web dagli utenti. In media 4 ore e 42 minuti di navigazione desktop. Il 46% della popolazione invece utilizza internet in mobilità, per una media di 2 ore al giorno.

uso di internet in italia nel 2014 digital trends iquii

via

Come ignorare l’allert di Big G? Impossibile.

Tutte le aziende e i progetti on line che intendono restare competitivi sul web non possono che adeguarsi e fare un passo deciso verso il mobile.

 

Noi abbiamo pensato ad un programma che permette ai nostri clienti di anticipare i competitor su Google


Scoprilo su QUI 

 

 

Ricordati di lasciare un commento
Mandarino Adv srl - Agenzia di Comunicazione a Roma e Latina / P.I. 02345120592 / Termini e Condizioni - Privacy
mautic is open source marketing automation